Scritto da il

Come eliminare gli auto pingback è una cosa importante in quanto collegamento ai tuoi post anche conosciuto come interlinking è ottimo per SEO. Tuttavia, con i pingback abilitati sul tuo sito, i collegamenti interlinking possono diventare fastidiosi perché WordPress crea automaticamente nuovi pingback per quel post. Questi pingback appaiono nella sezione commenti dei tuoi messaggi. Mentre alcuni utenti possono piacere questa funzionalità, molti utenti non lo trovano utile. In questo articolo, ti mostreremo come disattivare i pingback di auto in WordPress.

Pingback funziona anche all’interno del tuo sito. Quindi, se uno dei tuoi messaggi si collega ad un altro post, allora il tuo WordPress invierà un self-ping. Questo può diventare veramente fastidioso.

Eliminare gli auto pingback Leggi tutto »
Schema.org Wordpress

Scritto da il

Guida completa per inserire schema.org all’interno delle pagine blog di WordPress, per inserire automaticamente lo schema.org nelle pagine di WordPress

Schema.org è un’iniziativa lanciata il 2 giugno 2011 da Bing, Google e Yahoo! (Gli operatori dei più grandi motori di ricerca di allora) per “creare e supportare un insieme comune di schemi per il markup di dati strutturati sulle pagine web”. Nel novembre 2011 Yandex (il cui motore di ricerca è il più grande in Russia) ha aderito all’iniziativa. Propongono di utilizzare il vocabulario schema.org insieme ai formati Microdata, RDFa o JSON-LD per segnare i contenuti del sito con metadati su di sé. Tale marchio può essere riconosciuto dai ragni dei motori di ricerca e da altri parser, ottenendo così l’accesso al significato dei siti (vedi Semantic Web). L’iniziativa descrive anche un meccanismo di estensione per l’aggiunta di proprietà aggiuntive. La discussione pubblica sull’iniziativa si svolge in gran parte sulla mailing list dei vocabolari W3C.

Gran parte del vocabolario su schema.org è stato ispirato da formati precedenti come Microformats, FOAF, GoodRelations e OpenCyc. [10] Microformati, con la sua hCard rappresentativa più dominante, continuano a essere pubblicati ampiamente nel Web, dove il dispiegamento di schema.org è fortemente aumentato tra il 2012 e la fine del 2014.

Le applicazioni RDF possono utilizzare il servizio Microdata2RDF. GetSchema è una wiki della comunità che mantiene un insieme di esempi di marcatura.

È disponibile una mappatura dai termini definiti in Schema.org a RDF (espressi in Schema RDF).

Per verificare la validità dei dati contrassegnati con gli schemi e la Microdata, è possibile utilizzare tali validatori come lo strumento di analisi dei dati strutturati Google, Yandex Microformat validator e Bing Markup Validator.

Alcuni metodi di Schema come Organizzazione e Persona vengono utilizzati per influenzare i risultati di Google Graph Knowledge.

Schea.org ti permette di accedere più facilmente a Goolge di cosa sia la pagina che stai cercando. Se è una pagina di blog solo, un locale di business e questo altro.

Leggi tutto »

Categoria: HTML5
Tag:

the_contet

Scritto da il

Aggiungere contenuto the_content in un archivio come è noto non è possibile, poiché WordPress è legato fra se stesso mediante una gerarchia rigida. Ma non disperare! :-) come ti mostrerò in questo articolo è possibile con un piccolo snippet aggirare l’ostacolo.

Leggi tutto »

Scritto da il

Effetto zoom sulle immagini è possibile grazie a poco codice CSS3. Il risultato grafico è interessante e carino.

Questo è l’ennesima dimostrazione che grazie al CSS3 è possibile creare effetti grafici “dinamici” con un codice non complesso ma semplice. Se pensi che attualmente i browser più utilizzati hanno (Firefox, Google Chrome, IE10, Opera, ecc.ecc.), percentualmente parlando cifre assai basse (siamo sull’ordine del 50%-60%) è facile immaginare che cosa si potrebbe fare con il solo CSS3 (e non il futuro CSS4, se mai ci sarà) nei nostri siti web.

Altri effetti “dinamici” similari li tratterò in futuro, per adesso accontentati di questo ;-P Gli effetti “dinamici” danno vita al tuo sito internet e lo rendono al pari dei temi di ultima generazione. Inoltre vi è da valutare il non sottovalutato impatto experience, cosa che mediante questi escamotage rendono il sito accattivante e, come una calamita, capta l’occhio dell’utente. Davvero utile nel caso delle call-to-action: così facendo rendi l’attenzione dell’utente catturata in un ben determinato e voluto punto della pagina così l’occhio tende a leggere e a fissarsi sul punto in movimento. Per questo l’effetto zoom sulle immagini è usabile anche su di un div e sul suo contenuto. Un esempio che puoi notare è nella home page di questo sito.

In definitiva: l’effetto zoom delle immagini è un effetto non solo accattivante a livello grafico, ma utile per la user experience che desideri attuare sul tuo sito internet.

Questo è il codice HTML: notare come il tag img è racchiuso in un tag a che, grazie al CSS seguente, sarà un elemento block e non inline (display: block).

E questo è il codice CSS

Eccone un esempio: Effetto zoom sulle immagini
jquery.matchHeight Browser Tests

Scritto da il

Come avere elementi diversi alla stessa altezza senza che quest’ultima dipenda dal contenuto? Altra domanda che uno si potrebbe porre è: e perché me ne dovrebbe interessare?

Perché il contenuto di un box dipende dal suo contenuto e se il testo è corretto per il box ad una determinata larghezza dello schermo non è detto che lo stesso lo sia per una larghezza differente

Ecco un esempio: l’immagine sottostante è l’immagine di una parte della mia home page, a larghezza dello schermo oltre 1200px, e come puoi vedere i due box hanno altezza uguali

Altezza uguale

Se riduco la larghezza dello schermo al di sotto dei 1200px non si hanno più le altezze uguali, come da immagine qui sotto:

Altezza-differente

Allora come faccio ad avere box della stessa altezza automaticamente e che siano indipendenti dal contenuto dei box stessi?

Ci vien in aiuto questo straordinario quanto semplice plugin jquery.matchHeight.js

Leggi tutto »
Mailchimp Tips and Tricks

Scritto da il

Mailchimp è lo strumento per la gestione della newsletter fra i più utilizzati al mondo, per questo scrivere “Due script per Mailchimp da non sottovalutare” penso che possa esserti sicuramente d’aiuto.

Qui sotto ho scritto due snippet che siano un aiuto “in più” a chi si vuole approcciare alla personalizzazione della propria newsletter.

Queste due funzioni deveno essere inserite nel functions.php del proprio tema di wordpress, il resto lo farà in automatico Mailchimp

Leggi tutto »